I carabinieri della compagnia di Castello di Cisterna questa notte hanno arrestato G.G., un 30enne di Somma Vesuviana, già noto alle forze dell’ordine, responsabile del tentato omicidio del fratello. I militari dell’arma sono intervenuti in via Vignariello, ove era avvenuta l’aggressione, e già nel corso delle prime indagini hanno accertato che il giovane, al culmine di una lite scoppiata per soldi, si era armato di un cacciavite e aveva sferrato un fendente al petto del fratello 36enne procurandogli una ferita da punta e taglio all’emitorace sinistro.

La vittima è stata trasportata d’urgenza dal 118 all’ospedale di Nola e poi, in seguito all’aggravarsi delle sue condizioni, è stata trasferita all’ospedale “San Giovanni di Dio-Ruggi d’Aragona” di Salerno, dove è stata ricoverata in prognosi riservata ed in pericolo di vita (attualmente è in sala operatoria). L’arma usata per il ferimento è stata rinvenuta e sequestrata.

L’arrestato è stato portato a Poggioreale.