“Arrivare a 7mila vaccini al giorno”. Gennaro Sosto, direttore generale dell’Asl Na 3 Sud ha fissato l’obiettivo in vista del mese di maggio. La campagna va avanti a rilento nella zona vesuviana, ma per il dirigente dell’azienda sanitaria si sta facendo quanto è nelle possibilità. “Siamo ancora nella fase di allestimento dei vari hub vaccinali. Nei prossimi giorni ne saranno aperti altri a Boscoreale, ma anche nella zona di Nola e di tutta l’area di nostra competenza. A Boscotrecase siamo quasi pronti, credo che il centro vaccinale sarà pronto a giorni. Provvidenziale in questo caso la collaborazione con il sindaco Pietro Carotenuto. Ci avvarremo del personale del vicino Covid Hospital, ma abbiamo trovato l’accordo anche per l’impiego degli specializzando”.

Nei giorni scorsi è scoppiata la polemica per il rallentamento dell’Asl Na 3 Sud. Sosto ci ha tenuto a spiegare la situazione. “Se ci sono stati dei ritardi è stato proprio per la mancanza di postazioni. Stiamo provvedendo in questo momento a ultimare le dosi per gli over 80 e le fasce dei più fragili. E di pari passo anche con la campagna per il personale scolastico”.

Proprio per questa categoria stanno avvenendo vari ritardi a causa dell’incertezza che si è creata sul vaccino AstraZeneca. “Penso che si stia facendo una cattiva campagna di vaccinazione. Se andiamo a guardare in Inghilterra, dove a breve sono previste varie riaperture, al meno il 70% delle persone ha ricevuto questa dose. Io credo che le persone convocate, non vaccinandosi, creano un doppio danno. Sia a stesse che alle persone a loro vicine”.

Le ambizioni non si fermano per l’Asl Na 3, che in vista di maggio spera in un accelerazione. “In questo momento siamo in grado di somministrare una media di 3500 dosi giornaliere. Noi vogliamo arrivare almeno al doppio per il prossimo mese. Tutto dipenderà da quanti vaccini arriveranno nella regione Campania. Ma noi ci faremo trovare pronti”.