“Il Sindaco ha dichiarato che i sottopassi già non c’erano e non ci saranno e di sostenere la nostra iniziativa. Ma per ora non c’è stato confronto”. Così ha dichiarato il Comitato No Sottopassi della città di Pompei, in una lettera aperta al Sindaco Carmine Lo Sapio.

Pare che già l’ 11 Novembre sia stato protocollato all’attenzione del Primo Cittadino, sei pagine di osservazioni al progetto, ma ad oggi quel documento “giace abbandonato in chissà quale cassetto della tua scrivania al primo piano di Palazzo De Fusco” si legge.  Pare che non ci sia stato un vero confronto né con il Sindaco né con l’Assessore all’Urbanistica:  “Avreste potuto spiegarci perché queste opere di scavo in profondità non debbano preoccupare la parte della cittadinanza che teme di affogarci, di vederli diventare luoghi di degrado e di violenza”, questa la preoccupazione principale del Comitato e dei cittadini di Pompei.

La richiesta è semplice, un confronto diretto con l’amministrazione in cui la cittadinanza venga informata sulla questione dei sottopassi. E nel frattempo la risposta della cittadinanza è la seguente: “Temiamo saremo costretti a continuare a fare da soli – concludono nella nota - Amiamo Pompei e non riusciamo a immaginarla bucata da improbabili, pericolosi e costosi sottopassi”.

 

 


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"