Rischia di dover andare a processo il consigliere regionale Raffaele Sentiero. L’esponente del Nuovo Centro Desta risulta infatti indagato nell’inchiesta delle ‘spese pazze’ in Regione. Assieme a lui sono finiti nella lente d’ingrandimento della magistratura anche Pietro Diodato (Ncd, ma ex consigliere), Massimo Iannicelli (gruppo misto), Sergio Nappi (Fi), Angelo Polverino (ex consigliere Pdl) e Gennaro Salvatore (Caldoro presidente). Truffa e peculato sono le accuse avanzate da parte dell’aggiunto Alfonso D’Avino e dal sostituto Giancarlo Novelli. Secondo quanto sarebbe emerso nel corso delle verifiche alcuni fondi della regione sarebbero stati utilizzati per comprare giocattoli, occhiali e anche tintura per capelli, come risulterebbe nel caso di Gennaro. Salvatore.

La vicenda è stata comunque seguita in maniera minuziosa dalla Guardia di Finanza, che ha controllato fatture e scontrini. Le fiamme gialle hanno calcolato nei minimi particolari le somme che i consiglieri avrebbero incassato in maniera indebita. Per quanto riguarda Raffaele Sentiero vengono contestati 36mila euro, come provento di truffa, e 42mila euro, come provento di peculato.   


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"