“Stiamo ultimando tutti gli atti e le procedure che, salvo imprevisti, dovrebbero consentirci nella giornata di venerdì 13 settembre, al più tardi, lunedì 15 di poter consegnare il campo dello stadio Liguori alla Turris per lo svolgimento degli allenamenti”.

L’assessore comunale di Torre del Greco Gennaro Granato apre uno spiraglio nella vicenda legata alla fruibilità dello stadio comunale. L’ annuncio arriva dopo giorni di querelle a causa dello stato di cantiere in cui, ancora, versa la struttura sportiva di viale Ungheria, tale da renderla indisponibile all’utilizzo dei giocatori, anche, per i soli allenamenti, nonché, per risolvere in via definitiva la questione sollevata dalla dirigenza e dalla tifoseria della squadra cittadina.

“Gli atti procedurali ed amministrativi - ha continuato l’assessore Granato - hanno bisogno di un tempo dettato, non dalla volontà politica, né degli Enti che li espletano, ma dalla stessa burocrazia. Siamo pienamente consapevoli della difficoltà e della complessità della situazione relativa allo stadio Liguori, ma sin da subito il sindaco Giovanni Palomba, in primis, e, l’ intera amministrazione comunale si sono impegnati, lavorando con la sola ed esclusiva finalità di risolvere il problema e rendere, finalmente, alla città di  Torre del Greco uno stadio efficiente e dignitoso - come conviene ad una città che crede nello sport, e, vuole fare dello sport una linea strategica di indirizzo politico e sociale. Continuiamo ad auspicare, pertanto, la necessaria ed opportuna collaborazione, come sinora registrata con la dirigenza della Turris al fine di perseguire l’unico e comune intento”.