“Come ballerino non ero straordinario e non avevo la grazie di una étoile. Avevo professionalità e tenevo il mestiere tra le dita. Devo però essere onesto, se avessi smesso all’improvviso non se ne sarebbe accorto nessuno”.

E’ la rivelazione fatta a Vanity Fair da Stefano De Martino, l’ormai ex ballerino e ora conduttore di programmi televisivi. Stefano non ha certo dimenticato le sue origini. Nato e cresciuto a Torre Annunziata, ha faticato non poco per scrollarsi di dosso l’etichetta del “marito di Belen Rodriguez”, con la quale ha avuto anche un figlio.

Stefano De Martino ora è uno dei volti più amati della tv e non potrebbe essere altrimenti, visto il suo talento non comune. Negli ultimi anni gli sono stati affidati programmi di una certa importanza.

Ecco allora che si è raccontato, spiegando il perché del suo addio alla danza. Ha spiegato che non è stato facile farsi strada in tv: “Nel mio percorso c’è stato sacrificio, desiderio di arrivare a ogni costo e una fame di riuscita che rappresentava un riscatto sociale”. Ammette di aver incontrato vari ostacoli: “Venivo da una estrazione teatrale e mi sono ritrovato in tv dovendo scardinare, io per primo, un pregiudizio che come tutti i pregiudizi è superficiale e sciocco”.