Paura nella notte a Torre Annunziata. Il frastuono di alcuni spari hanno interrotto la tranquillità della notte in Via Oplonti. Una “stesa” che, secondo le prime ricostruzioni, avrebbe come obiettivo una donna legata al clan Gallo – Cavalieri.

I proiettili, 5 in tutto, hanno colpito le mura dell’abitazione della donna. I militari dell’Arma, accorsi subito sul posto, hanno avviato le indagini: al momento non è esclusa alcuna pista, ma quella più probabile porta all'avvertimento di stampo camorristico. La donna che abita lì, infatti, è la moglie di Giovanni Colonia, uno dei boss del clan Gallo-Cavalieri, attualmente in carcere a scontare una lunga condanna per camorra. Possibile pure che si tratti di un raid che nasconde motivi personali, anche se maturato negli ambienti vicini alla criminalità organizzata di Torre Annunziata.

La donna, Lucia Gallo, era stata oggetto di un raid incendiario la notte dell'8 febbraio 2016. Un anno e mezzo fa ad andare a fuoco fu la sua auto. Anche in quel caso, la prima ipotesi sviluppata nel corso delle indagini portò ad un avvertimento di stampo camorristico, probabilmente legato proprio alle parentele della donna.