A Torre Annunziata trovare una strada integra e senza dissesti è un'ardua impresa. Sono passati mesi dalle numerose segnalazioni, eppure nulla è cambiato.

I sampietrini rotti e le buche profonde sono ancora lì, sotto gli occhi di tutti. Nel frattempo, tra un'attesa infinita e l'altra, gli oplontini scendono in campo per tentare di risolvere il problema in modo originale. Nei pressi di via Caracciolo una profondissima voragine è stata riempita con una sedia.

Dietro il fatto il probabile intervento di un cittadino spaventato, che ha preferito segnalare in modo singolare la buca piuttosto che lasciarla lì a mo' di trappola mortale. La foto sta facendo il giro del web ed è stata pubblicata da Tania Sorrentino, vedova Cerrato, che ha commentato duramente su Facebook lo stato di degrado della città.

"Mi hanno insegnato che le sedie servono per sedersi. Nessuno mi ha mai detto che in realtà se ne possono fare tanti usi diversi, per esempio per otturare una buca, o per occupare un posto auto. A Torre Annunziata è meglio non vedere, in caso contrario si rischia la vita. 17 mesi senza Maurizio Cerrato e nulla è cambiato, Torre Annunziata è alla deriva".

Ad unirsi alla rabbia della vedova tanti cittadini, che invocano a gran voce l'intervento della Commissione Prefettizia per riparare il manto stradale compromesso. L'argomento preoccupa non poco gli oplontini in quanto sono numerose le segnalazioni di residenti che hanno rischiato di cadere o di fare incidenti a causa di strade distrutte. 


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"