Il blitz scattato questa mattina da parte degli uomini della Polizia di Stato ha portato alla notifica di un’ordinanza ai domiciliari, notificando il reato di associazione per delinquere finalizzata alla concussione e alla turbativa d'asta. L'attuale sindaco Giorgio Zinno (accusato per il periodo in cui era vicesindaco e assessore ai lavori pubblici) e l'ex primo cittadino Domenico Giorgiano i nomi dei politici coinvolti.

I nomi degli arrestati, in forza all’ufficio tecnico comunale: Carmine Intoccia (dirigente), Raffaele Peluso, Brigida di Somma e Leone di Marco, fratello dell'ex capo dell'opposizione in consiglio, Aquilino di Marco. Inoltre, fra gli arrestati anche due imprenditori che avevano beneficiato di appalti al comune.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

Il consiglio

La reazione di Di Marco

il retroscena

le dichiarazioni di giorgiano

La denuncia di Di Maio

'Regali e mazzette' per gli appalti

Zinno: 'Io estraneo ai fatti'

Tangenti: sei persone coinvolte