Weekend poco tranquillo per i carabinieri di Pompei. I militari dell’arma hanno infatti svolto uno specifico servizio di controllo del territorio finalizzato al contrasto dell’illegalità diffusa nei pressi degli scavi archeologici e del Santuario della Madonna di Pompei. Fanno particolarmente effetto le 92 multe inflitte, per un ammontare complessivo di 46mila euro, alle prostitute sorprese a violare l’ordinanza sindacale di esercitare l’attività di meretricio per strada.

Inoltre è stata arrestata una 35enne rumena, già nota alle forze dell’ordine, destinataria di un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal Gip del Tribunale di Torre Annunziata, in aggravamento all’obbligo di dimora nel comune di Napoli, ripetutamente violata per venire a Pompei a prostituirsi.