Tentò di strapparle la borsa a calci e pugni. Identificato il rapinatore.

I carabinieri di Sorrento hanno eseguito un’ordinanza di custodia in carcere nei confronti di un 34enne del posto, gravemente indiziato del reato di tentata rapina e lesioni personali ai danni di una donna.

Le indagini hanno consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico dell’indagato per una rapina particolarmente violenta consumata nel centro di Sorrento il 18 marzo scorso. In quella circostanza la vittima, mentre era a piedi, era stata avvicinata da un uomo che, dopo averla spinta contro il muro tappandole la bocca con la mano, le aveva intimato di consegnargli i soldi. Al rifiuto della signora, l’autore del reato l’aveva strattonata e colpita ripetutamente con pugni al capo, tentando, senza successo, di sottrarle la borsa che la donna teneva saldamente tra le mani, e procurandole significative lesioni personali. 

L’analisi dei filmati dei sistemi di videosorveglianza privati ha consentito di ricostruire le fasi concitate e violente dell’aggressione alla vittima, la resistenza opposta dalla stessa e la successiva fuga dell’aggressore. Gli inquirenti sono giunti così, con ragionevole certezza, all’individuazione dell’uomo come autore del reato contestato.

Dopo le formalità di rito, l’aggressore il soggetto arrestato, il quale risponde altresì del reato di è stato portato in carcere a Poggioreale.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"