E’ morto per cercare di sventare un furto a una banca.

A soli 37 anni si spegne Pasquale Apicella, agente scelto della Polizia di Stato di Napoli. L’uomo era alla guida della volante intervenuta in via Abate Minichini a Capodichino. Speronata da una banda di criminali durante la fuga, violentissimo l'impatto. Un altro agente ferito lievemente.

Tre criminali hanno tentato di forzare il bancomat dell'agenzia Credit Agricole, poi è arrivata una segnalazione al 113. La volante della polizia del commissariato Secondigliano è arrivata da via Calata Capodichino mentre i delinquenti scappavano contro senso.

L'impatto non ha lasciato scampo al 37enne. Due ladri rimasti feriti sono stati fermati, il terzo è scappato.

“Il Capo della Polizia - Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Prefetto Franco Gabrielli, ha espresso profondo cordoglio e sentimenti di commossa vicinanza ai familiari dell’Agente Scelto della Polizia di Stato  Pasquale Apicella  deceduto questa mattina a Napoli  durante un inseguimento di alcuni malviventi nell’espletamento del servizio. In giornate che vedono impegnate le Forze dell’ordine nei controlli per il contenimento del coronavirus la Polizia di Stato continua l’attività di controllo a presidio di legalità contro la criminalità, pagando un prezzo altissimo con la perdita di un suo uomo”.

Il Capo della Polizia ha augurato una pronta guarigione all’altro componente della volante l’Assistente Capo della Polizia di Stato Salvatore Colucci, rimasto ferito.

"Siamo vicini al corpo della Polizia e a tutte le forze dell’ordine che lavorano per la nostra sicurezza e, in queste settimane, contribuiscono in maniera determinante a garantire l’applicazione delle misure a tutela della salute pubblica - ha commentato il governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca -. Il nostro cordoglio alla famiglia, alla moglie e ai due figli di Apicella, un servitore dello Stato. L'augurio di una pronta guarigione per l'altro agente rimasto ferito".