Un forte terremoto ha colpito nella notte l'Italia centrale provocando almeno 10 morti e decine di feriti. Una scossa di magnitudo 6.0 è stata registrata alle 3:36 con epicentro vicino Accumoli, in provincia di Rieti, e con ipocentro a soli 4 chilometri di profondità.

Mentre una seconda scossa di magnitudo 5.4 è stata registrata alle 4:33 con epicentro tra Norcia (Perugia) e Castelsantangelo sul Nera (Macerata).

Crolli sono segnalati ad Arquata del Tronto dove sono state accertati tre morti. Vittime sono segnalate anche ad Accumoli dove c'è almeno un morto e una famiglia di quattro persone - due bambini piccoli e i loro genitori - è sotto le macerie e non dà segni di vita secondo quanto testimonia il sindaco Stefano Petrucci. Morti anche ad Amatrice dove ci sono molti crolli.

Il terremoto che ha colpito la zona compresa fra Lazio, Umbria e Marche è avvenuto in una zona “ad alta sismicità”, nella quale storicamente si sono verificate forti scosse.

Numeri Verdi. Sono attivi i seguenti numeri: 840840 del contact center della Protezione civile; 803555 della sala operativa della Protezione civile Lazio. Intanto le autorità segnalano urgente bisogno di sangue per aiutare le vittime del terremoto. L'appello è stato pubblicato dall'Avis provinciale di Rieti su Twitter dove si invita a recarsi presso l'ospedale San Camillo de Lellis della città.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"