C'è chi è scappato sui binari. Il fumo ha invaso le carrozze subito dopo uno scoppio. Terrore, stamattina, a bordo di un convoglio della Circumvesuviana dove è scoppiato un incendio. Alcuni viaggiatori, dopo che la circolazione è stata interrotta lungo la tratta Torre Annunziata-Scafati, hanno abbandonato il mezzo e si sono incamminati a piedi, lungo i binari, verso la stazione di Pompei. È stato un incendio, dunque, a causare il danno alla rete aerea della Circumvesuviana nella zona di Pompei che ha provocato i danni alla linea aerea che ha provocato l'interruzione del servizio nella linea Napoli-Poggiomarino. Chi ha preso il treno dopo non ha trovato i mezzi sostitutivi annunciati. In tanti rimasti a piedi. 

A spiegarlo è il consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Borrelli che ha inviato una nota al presidente dell'ente autonomo Volturno Umberto De Gregorio chiedendo ''l'apertura di un'indagine interna per fare luce sulle cause dell'incendio''. ''In particolare - prosegue Borrelli - è necessario; conoscere se le fiamme siano partite dall'interno della carrozza oppure da un corto circuito nei fili dell'alta tensione. Tragedia evitata per fortuna, ma bisogna garantire la piena sicurezza a tutti i passeggeri che prendono quotidianamente la Circum potenziando le attività di controllo e manutenzione delle tratte''.

vai alle foto

L'inchiesta

Il caso

Il fatto