TORRE ANNUNZIATA. Terzo Sistema di camorra: il Riesame cancella solo l'ultima accusa per il presunto capo della gang, Gaetano Maresca, alias 'o saccaro. Il 29enne, dunque, resta in carcere a Velletri.

Lo scorso 23 marzo, Maresca, già detenuto e difeso dagli avvocati Ciro Ottobre e Maria Formisano, era stato raggiunto in cella da una nuova ordinanza di custodia cautelare. Ad accusare 'o saccaro, stavolta di spacciare cocaina, il 33enne Vincenzo Selvino, originario di Angri, finito in manette proprio con il presunto ras e soltanto un mese prima.

I carabinieri della compagnia di Torre Annunziata (capitano Andrea Rapone - tenente Luca De Vito), a febbraio, eseguirono infatti 9 provvedimenti di custodia in carcere, 3 arresti domiciliari e 2 divieti di dimora. In galera, insieme a Maresca, finirono il 34enne Salvatore Esposito, Gennaro Troncato, 30. E poi: Carmine Troiano, 28, Lucia Ammendola, di 39 anni, Ernesto Anastasio (ora ai domiciliari), Vincenzo Selvino e la sua compagna 35enne, Teresa Abagnale.

“Non ho mai incontrato Gaetano Maresca, non lo conosco – così Selvino nell'ultimo interrogatorio reso agli inquirenti – ma c'era lui a capo di Gennaro Troncato e Salvatore Esposito. Me l'hanno detto loro. Erano una sola cosa”.

Con queste dichiarazioni, Selvino aveva spiegato come riusciva a rifornirsi “di 20-30 grammi alla volta di droga”, consegnata poi dai due bracci operativi del boss. Le dichiarazioni del pentito, ieri, non hanno retto al giudizio del Riesame. Gaetano Maresca resta però in carcere. A breve, il via al processo.