Torre Annunziata. Un segnale preciso, un possibile avvertimento per uno “sgarro” forse fatto in passato e mai più da ripetere. Questa la prima ipotesi al vaglio della Polizia di Torre Annunziata, che agli ordini del primo dirigente Vincenzo Gioia, e del vicequestore Elvira Arlì, sta cercando di ricostruire la dinamica del rogo divampato stasera intorno alle 20 in Largo Ferriera Vecchia.

Un tir fermo, parcheggiato come ogni giorno al solito posto, e di proprietà di una nota famiglia di imprenditori ittici della zona, ha improvvisamente preso fuoco (vedi foto) bruciando in un lampo. L’intervento prima dei Vigili urbani, agli ordini del tenente Antonio Virno, poi dei Vigili del fuoco, ha addirittura scongiurato che le fiamme raggiungessero il sovrastante ponte delle FS.

E’ soprattutto la dinamica dell’incendio a suggerire agli inquirenti la possibile pista dolosa. Sul tir, infatti, pare fosse stata versata una tanica di benzina; inoltre, il veicolo al momento dell’incendio era fermo. Altro indizio che sembrerebbe scongiurare un rogo accidentale dovuto ad un improvviso guasto ai motori. Le indagini degli agenti del commissariato oplontino chiariranno i primi dubbi già domani.  

La precisazione

Gli ultimi sviluppi

L'incendio