Non è propriamente una ‘fumata bianca’ quella di stamattina, al termine del summit fra i mercatali in rivolta e il primo cittadino di Torre Annunziata Giosuè Starita. Un vero accordo non c’è stato, piuttosto una soluzione tampone per quanto riguarda i turni giornalieri. Gli ambulanti del mercato settimanale, infatti, non hanno ancora trovato un compromesso tale da appianare le divergenze nate con l'amministrazione a proposito del rilascio delle licenze.

Diversa invece la situazione per i lavoratori che allestiscono ogni giorno le ‘bancarelle’. Questi ultimi, in assenza di una soluzione definitiva, si sarebbero accordati con dei turni specifici. Quattro permessi che saranno sfruttati a rotazione. Intanto, si è invece risolta la questione economica, dato che tutti hanno pagato le concessioni, anche quelli che si erano mostrati più scettici. Il malcontento degli ambulanti è scaturito dal recente cambiamento dei parcheggi comunali. Da qui una serie di polemiche poi sfociate in una protesta, lo scorso sabato mattina nel Palazzo di città. L'attesa, adesso, è per le decisioni degli ambulanti del mercato settimanale, che potrebbero presto arrivare a un nuovo accordo.

L'incontro