Il candidato sindaco Ciro Alfieri ha incontrato gli operatori del porto di Torre Annunziata all'interno dei locali dell'associazione “Aria Nuova” per raccogliere le loro istanze ed inserire i loro suggerimenti all'interno del proprio programma di governo della città.

Un incontro che ha fatto emergere la chiara esigenza di cambiare vocazione al porto oplontino. Coloro che vivono il mare quotidianamente hanno fatto notare come l'attuale vocazione commerciale non abbia portato alcun beneficio alla cittadinanza e hanno chiesto un'apertura al settore turistico e diportistico. Una richiesta in linea con le volontà del candidato come ha anche rappresentato ai presenti, prendendo un impegno chiaro a riguardo. Queste le sue parole nel corso dell'incontro.

“Nei giorni scorsi – spiega il candidato a sindaco della città di Torre Annunziata Ciro Alfieri - ho incontrato gli operatori del settore del porto di Torre Annunziata presso l'associazione ‘Aria Nuova’. È stato un incontro più che utile visto che ho avuto la fortuna di incontrare persone che vivono il mare quotidianamente e possono darci suggerimenti su come sfruttarlo al meglio. A loro abbiamo ribadito la nostra volontà di utilizzare il mare principalmente come volano dello sviluppo turistico. L'amministrazione uscente ha avallato una gestione “anarchica” del porto che ha tarpato le ali alle possibilità turistiche dello stesso favorendo solo alcuni imprenditori che però non hanno portato un reale ritorno al territorio. Non siamo d'accordo con l'attuale vocazione commerciale che resterà una parte residuale rispetto a quella turistica e diportistica. L'elemento principale – ha proseguito - su cui si baserà il porto che vogliamo realizzare è il turismo. Il nostro porto diventerà la porta d'accesso per le nostre bellezze archeologiche, le Terme Vesuviane, gli stabilimenti balneari, Villa Regina fino ad arrivare al Vesuvio e alle bellissime città con altrettanto patrimonio culturale a noi confinanti, diventando così un punto di riferimento dell'intero comprensorio che ha tutte le caratteristiche per trasformarsi in un polo d'eccellenza turistica. Quattro anni fa in consiglio comunale abbiamo scongiurato la possibilità che diventasse addirittura il punto d'arrivo delle balle d'immondizia non ripetendo il dramma che vivono i comuni a nord di Napoli. Istituiremo un assessorato al Porto e alle risorse del mare la cui delega sarà strategica per la città e non riempitiva rispetto ad altre. Tutto questo – ha concluso Alfieri - i cittadini lo troveranno nel nostro programma elettorale, ma soprattutto lo vedranno realizzato. Torre diventerà la città dell'accoglienza”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"