“Come ho già detto in passato non parteciperemo a nessuna congiura in uno studio notarile per mandare a casa il sindaco. Lo faremo soltanto in consiglio comunale, per rispetto verso i nostri cittadini”. Davide Alfieri ribadisce la posizione politica del suo gruppo a pochi giorni dal consiglio comunale di martedì 6 luglio.

Si preannuncia quindi più infuocato che mai il prossimo consiglio comunale di Torre Annunziata. Il primo cittadino, sempre più appeso a un filo, è stato travolto dagli scandali delle mazzette e dagli arresti che hanno generato una crisi politica. Una posizione resa ancora più traballante dopo le dimissioni di Giovannina Cirillo. La consigliera comunale ha deciso di lasciare l’amministrazione e sarà sostituita da Aldo Ruggiero.

“Martedì mattina vedremo se Ascione ha i numeri per aprire la seduta – prosegue Davide Alfieri – se si, allora entreremo in aula per fare opposizione insieme ai consiglieri del mio gruppo, visto che all’ordine del giorno ci sono questioni importanti da affrontare”. A Davide Alfieri e Maria Teresa De Martino si è unita la consigliera Angela Nappi, che da pochi giorni ha abbandonato il sindaco.