E’ andato a trovare la figlia ed è scomparso nel nulla. C’è grande apprensione a Torre Annunziata e Angri per la sorte di Antonio Pascale, 62 anni, titolare di una pescheria in piazza don Enrico Smaldone nella cittadina salernitana. L’uomo, originario di Torre Annunziata, è sparito dallo scorso 19 febbraio. Della sua scomparsa si sta occupando anche il programma “Chi l’ha visto?”.

Il caso. Domenica 16 febbraio si è recato alla stazione centrale di Napoli e ha preso il treno per Grosseto, dove abita la figlia. Arrivato a Grosseto domenica sera a mezzanotte ma avrebbe chiamato la figlia solamente il pomeriggio di lunedì. Martedì 18 febbraio, ha contattato telefonicamente sua moglie comunicandole che sarebbe tornato a casa il giorno seguente. Mercoledì 19 febbraio, in mattinata, la figlia lo ha accompagnato in stazione a Grosseto e assicurandosi che Antonio abbia preso il treno regionale per tornare a Torre Annunziata, dove però non è mai arrivato.

L'identikit. Il giorno della scomparsa indossava un borsello da uomo nero, gilet smanicato nero, felpa di colore scuro, pantaloni a gamba larga blu scuro, scarpe da ginnastica blu scuro con suola bianca.