Salvatore Solimeno abbandona la delega alle politiche giovanili e la rimette nelle mani del sindaco.

Lo ha confermato lo stesso consigliere comunale in una lettera inviata al primo cittadino Vincenzo Ascione. Una decisione motivata dal "desiderio di rimettere ordine nel settore, uno dei punti chiave nell'agenda politica di un'amministrazione, ma caratterizzato da una grande confusione".

L'obiettivo del consigliere era quello di far navigare in acque più tranquille il settore e rimettere ordine anche nel forum dei giovani, in passato teatro di alcune vicende che hanno destano parecchie polemiche.

"L'elezione del nuovo direttivo - ha scritto nella lettera Solimeno - era l'obiettivo che mi ero prefissato e questo adempimento è già in agenda, rimandato solo per motivi legati all'emergenza sanitaria. Ho provato ad allargare l'orizzonte delle attività delle politiche giovanili attraverso la partecipazione a diversi progetti regionali, ma purtroppo, la mancanza di una minima risorsa da apportare come compartecipazione ai progetti ne ha impedito la realizzazione”.

Questo l'appunto che Solimeno ha voluto portare all'attenzione del sindaco Ascione. Il sindaco, oltre alla querelle legata alla composizione della nuova giunta, ha ora a che fare con un nuova grana da risolvere.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"