E’ stato pizzicato con l’auto in sosta selvaggia. Orfeo Mazzella, attivista di Torre Annunziata del Movimento 5 Stelle, è finito nell’occhio del ciclone negli ultimi giorni. Il motivo è tutto in una foto scattata e pubblicata sui vari gruppi Facebook.

Il pentastellato si trovava in via XXIV maggio e il suo volto è ben visibile. Negli ultimi giorni aveva già intrapreso una battaglia per il regolamento di affissione dei manifesti pubblici, per l’istituzione di un garante per i disabili e proprio per il contrasto al parcheggio selvaggio sui marciapiedi.

Vari sono stati i commenti di critica, ma anche di solidarietà nei confronti di Mazzella, che alle ultime regionali è stato il candidato di Torre Annunziata più votato.

LA REPLICA. Non si è lasciata attendere la replica dell’attivista, che questa mattina si è autodenunciato, presentandosi al comando della polizia municipale ai quali ha anche inviato una Pec. “Premetto che stavo soltanto aiutando la mia compagna, affetta da problemi di disabilità, a scendere dall’auto. Ma il mio è stato un gesto doveroso e pagherò la contravvenzione. Ho ringraziato chi ha scattato la foto perché voglio dimostrare che si può instaurare un rapporto di collaborazione e rispetto con le istituzioni”.

“Gli agenti mi hanno risposto che non c’erano gli estremi in questo momento, poiché aiutavo la mia consorte oggettivamente impossibilitata. Ma nessuno si scandalizzato per le altre auto parcheggiate, non vorrei che fosse un attacco alla mia persona”.

Alla fine ha presentato anche una proposta. “Voglio creare il verbale di sensibilizzazione. Un idea che potrebbe dare una nuova visione ai cittadini”.