"Sogno Parigi 2024". Ha già le idee chiare Michele Baldassi. Il nuovo talento della Boxe Vesuviana, intevenuto nella rubrica de Lostrillone.tv "15 Minuti Con", è fresco di medaglia di bronzo vinta ai mondiali Youth, per la categoria 56 kg, a Kielce in Polonia. C'è ancora amarezza per il verdetto che ha visto vincere l'indiano Sachin. "E' stato scandaloso-ha affermato l'atleta di Torre Annunziata- Sapevo che ero in svantaggio e che avrei dovuto mettercela tutta nell'ultima ripresa. Poi l'arbitro mi ha conteggiato senza alcun motivo a 7'' dalla campana. Rimane comunque la soddisfazione del grande quarto di finale disputato contro l'armeno e l'affetto che ho ricevuto al mio rientro a casa".

Baldassi, già campione europeo e italiano, non frena le sue ambizioni. "Fra poco passerò alla categoria Elite, ma è già in preparazione l'obiettivo principale che è Parigi 2024. Lo staff della Nazionale me ne ha già parlato e sono pronto per mettermi a disposizione".

Tutto cuore e grinta sul ring, ma anche timido nella vita. Baldassi ha parlato della sua esperienza alla Boxe Vesuviana: "Ho iniziato così per dimagrire, poi ho scoperto che infilare i guantoni è mia passione. Con il maestro Lucio Zurlo si è creato un rapporto padre-figlio. Poi poter contare su maestri come Pasquale Perna, Alfonso Pinto e Gaetano Nespro è incredibile. Hanno scritto la storia del pugilato e so che ogni loro consiglio sarà sempre quello giusto".

Michele Baldassi proviene dal rione Provolera, lo stesso di Irma Testa che a inizio giugno andra a giocarsi la qualificazione alle olimpiadi di Tokyo. "Abbiamo avuto poco modo di sentirci ultimamente, ma lei mi è sempre vicino. La vedo in forma e sono sicuro si prenderà le sue soddisfazioni".

Infine il boxeur oplontino parla dei prossimi obiettivi. "A breve ci saranno i campionati italiani e elite e poi quelli assolutI. Per il resto spero di poter difendere presto il titolo europeo nella mia categoria".