Dopo lo stop imposto dalla pandemia e la fine dello stato di emergenza, dal prossimo primo aprile riprenderanno le tradizionali processioni su tutto il territorio regionale e già fervono i preparativi nella Basilica dell’Ave Gratia Plena per il bicentenario dell’evento prodigioso tanto caro ai torresi. Quello del 22 ottobre 1822, quando la popolazione trovò conforto nella fede per sfuggire all a furia del Vesuvio, che aveva avvolto la città in una intensa nube scura.
La tradizionale processione della Madonna potrebbe lasciare il posto a un pellegrinaggio della sacra effigie per tutte le dodici parrocchie del territorio comunale nelle settimane precedenti e culminare in una celebrazione presieduta dai vertici ecclesiastici campani in piazza Ernesto Cesaro.

“La macchina organizzativa è già partita, ma tutto è legato alle autorizzazioni da parte del commissario prefettizio che, al momento, non ho ancora conosciuto – spiega monsignor Raffaele Russo, rettore della basilica –. Spero, nelle prossime settimane, di essere ricevuto almeno per capire come muovermi e iniziare ad organizzare un evento che, a mio avviso, riporterebbe tra la gente un po’ di normalità, dopo due anni molto duri di pandemia”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"