E’ stato di sei denunce, di cui due a carico di ignoti, con relativi sequestri il bilancio dell’operazione messa in campo martedì sera dalla guardia di finanza assieme alla guardia costiera sulla darsena di Torre Annunziata.

Uno dei soggetti denunciati denunciati è risultato totalmente non in regola con le norme in materia di igiene nella produzione e vendita di alimenti con sequestro di tutti i prodotti ed attrezzature mentre per altre 5 persone è scattato il sequestro di tutte le aree abusivamente occupate e delle relative strutture ed attrezzature, in quanto mancanti di un idoneo titolo legittimante l’occupazione in essere, rilasciato dalla Regione Campania, essendo la darsena pescatori parte del demanio marittimo portuale.

Si tratta in tutti i casi di aree adibite alla vendita di prodotti alimentari e bevande mediante container o autocarri/carrelli trainabili però fissati al suolo o impiegati in modo fisso, circondati da tavolini e sedie ad uso dei clienti, alcune delimitate con sistemi fissi costituiti da divisori in legno o in cemento.

Due dei soggetti denunciati avevano in essere procedimenti amministrativi, ancora non conclusi, finalizzati all’ottenimento delle autorizzazioni necessarie sia da parte della Regione che del Comune, risultando ad ogni modo ampiamente in difformità anche rispetto a quanto in via di autorizzazione.

Nel corso dei controlli, sono state elevate ulteriori sanzioni amministrative per violazioni alle normative igienico-sanitarie in materia di alimenti per un ammontare di 4000 euro, con rilievi e prescrizioni da parte del personale ASL intervenuto.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

vai alle foto

L'imbarazzo del Comune

Il blitz