Una vera e propria settimana di passione. Torre Annunziata non sta vivendo un inizio di 2021 sereno a causa dell’improvviso aumento di contagi, che si sta registrando negli ultimi giorni. Oltre 500 i casi accertati dal primo gennaio. Una situazione, che sta creando preoccupazione tra i cittadini. Per fortuna solo 6 persone sono attualmente ricoverate nei vari Covid Hospital della Regione, ma lo scenario in città è davvero poco rassicurante.

SCUOLA E TAR. Eppure questa settimana è stata contraddistinta dalla riapertura delle scuole di ogni ordine e grado. Il Tar ha infatti accolto il ricorso di una cinquantina di genitori, che tramite gli avvocati Ippolito Matrone e Massimo Venditto, si erano mossi al fine di annullare la precedente ordinanza di Ascione.

Il sindaco aveva infatti sospeso tutte le attività didattiche in presenza fino al 29 gennaio, al fine di evitare un aumento dei contagi. La sentenza da parte del Tar ha spaccato ancora di più i genitori “pro” e “contro la Dad.

L’ATTACCO DI DE LUCA. La forte onda del contagio non è passata inosservata nemmeno a Vincenzo De Luca. Il presidente della Regione Campania ha fatto un chiaro riferimento ai focolai presenti a Torre Annunziata, nel corso del suo discorso del venerdì. Il governatore non ha usato toni teneri nei confronti delle decisioni prese, fino a quel momento dal sindaco Ascione. “Una situazione che non è più tollerabile” ha tuonato lo sceriffo, scatenando ancora di più la protesta social da parte dei cittadini.

LA RISPOSTA DI ASCIONE. Stamattina la reazione alle parole di De Luca da parte del primo cittadino. Torre Annunziata è tornata zona arancione. Tornano a chiudere bar ristoranti e soprattutto le scuole di ogni ordine e grado. Sospeso anche il mercato settimanale, che ieri era stato oggetto di altre polemiche visti i vari assembramenti che si erano formati. “La situazione è allarmante – ha affermato il sindaco Ascione -. Confido nella responsabilità di ogni singolo cittadino affinché assuma atteggiamenti di grande prudenza in qualsiasi momento della propria vita relazionale e sociale. Se non ci sarà un’inversione del trend dell’attuale crescita della curva epidemiologica, sarò costretto a prendere provvedimenti ancora più restrittivi”.

le reazioni

la reazione

l'allarme

L'annuncio

La raccomandazione

le reazioni

l'incontro

il ricorso