Torre Annunziata. Cozze, calamari, salmone, polpi e lupini: prodotti mal conservati e di dubbia provenienza. In totale sono 150 i chili di pesce sequestrati questa mattina dai carabinieri del nucleo anti sofisticazioni di Napoli in tre pescherie di Torre Annunziata.

In via Fiume, zona sud della città oplontina, è stata chiusa una pescheria perché “priva dei necessari requisiti igienico-sanitari”. E ancora, in un analogo esercizio di via dei Mille, sono stati sequestrati circa 50 chili di prodotti ittici in cattivo stato di conservazione. Infine, in via Caravelli, presso l’attività commerciale gestita da un 28enne torrese, i Nas hanno sequestrato 50 chili di cozze e lupini, riemersi in acqua di “dubbia provenienza”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"