Un vero e proprio banchetto del pesce con alimenti esposti a smog, agenti atmosferici e con alimenti privi di tracciabilità.

E’ il risultato dei controlli effettuati dalla Capitaneria di Porto di Torre Annunziata agli ordini del tenente Vito Limanni, effettuati con il personale Asl sulla filiera ittica nel territorio comunale.

Riscontrata la presenza di una bancarella abusiva che esibiva per la vendita a ciglio strada, esposti pertanto agli agenti atmosferici, agli insetti ed allo smog, circa 80 kg di prodotti ittici, posti in contenitori di fortuna e privi della prevista documentazione inerente la tracciabilità.

Accertata, pertanto, la totale assenza di autorizzazioni per la vendita del prodotto e la mancanza delle più elementari norme di carattere igienico – sanitario. Scattato quindi l’immediato sequestro del prodotto ittico che versava in cattivo stato di conservazione.

Tutto il prodotto ittico sequestrato, a seguito dell’autorizzazione della locale Procura della Repubblica, è stato avviato a distruzione mediante ditta specializzata, in quanto non idoneo al consumo.

“Le verifiche lungo la filiera ittica – ha spiegato il tenente Limanni - proseguiranno anche nei prossimi giorni per la tutela della salute pubblica e per la repressione di qualsiasi forma di abusivismo che, come in questo caso, rischia di mettere a repentaglio la salute del consumatore oltre che la risorsa ittica. Raccomandiamo comunque ai consumatori, per la salvaguardia della loro salute, di acquistare prodotti ittici esclusivamente da operatori del settore alimentare regolarmente autorizzati, gli unici titolati a vendere e somministrare prodotti ittici e sottoposti a continui controlli da parte dei servizi veterinari lungo tutta la filiera produttiva”.

vai alle foto