Era stato nominato commissario cittadino di Fratelli d'Italia. A distanza di 5 mesi, Fabio Boccia si autosospende dal partito.

A 7 anni dal suo primo incarico in Fratelli d’Italia, Fabio Boccia ha lamentato “l’assenza del cambiamento promesso dal nostro Presidente Giorgia Meloni. Uomini e donne calati dall’alto a ricoprire ruoli dirigenziali in territori a loro totalmente sconosciuti, con l’unico obiettivo di accrescere la loro posizione politica, curando esclusivamente interessi personalistici e non di partito. Non è stata data alcuna possibilità a coloro che agiscono liberi da compromessi e da legami parentali di proseguire in azioni attive per lo sviluppo della collettività e del partito. Quindi ho deciso di sospendere ‘ad horas’ la mia carica di Commissario Cittadino, cosi come tutte le attività propartito, ma resto a disposizione per qualsiasi confronto serio e democratico con chi realmente oggi è dirigente di questo partito nel distretto provinciale, regionale e nazionale”.

Un pensiero che Boccia aveva maturato da tempo ma ha scelto di renderlo noto al termine della fase più acuta della pandemia da coronavirus: “Essere un mero esecutore di scelte scellerate altrui non mi appartiene – ha continuato Boccia -. La mia astensione a qualsiasi forma di compromesso mi permette di essere un uomo totalmente slegato dalle logiche di spartizione di una politica cialtrona, clientelare e soprattutto parenterale. L’emergenza sanitaria ha evidenziato le carenze di idee e programmazioni anche delle amministrazioni locali, nonché l’incompetenza di alcuni amministratori. La politica nazionale e locale post pandemica sarà una politica rivoluzionata negli uomini, nei contenuti, nelle idee e nelle competenze di cui io voglio essere parte integrante. Pertanto ritengo di continuare la mia azione politica sia sul nostro territorio che sui territori limitrofi, ed è forte il sentimento di collaborare per offrire il mio contributo a chi seriamente ed onestamente lavora per il benessere della collettività e della nostra Torre Annunziata”.

Fabio Boccia continuerà il suo lavoro attraverso la lista civica “Terra Nostra Oplontis”, già presente alle elezioni comunali del 2017, e attraverso il comitato di promozione territoriale “Torre Next”.