E’ stato confermato il fermo di Pasquale Gallo, il mendicante che ha trovato un ordigno di origine serba, fatto poi brillare in piazza Imbriani a Torre Annunziata.

L’uomo è stato ascoltato ieri mattina dagli inquirenti, ed ha raccontato di nuovo la sua versione dei fatti. Il racconto di Gallo, in stato di fermo da venerdì scorso, non ha convinto il pm Andreana Ambrosino, che ne ha convalidato il fermo per detenzione e porto illegale di materiale esplodente.

Gallo rimane così l’unico sospettato di quella che poteva essere una strage, se la bomba fosse scoppiata. Secondo gli agenti del commissariato, guidati dal primo dirigente Claudio De Salvo, non è escluso che il mendicante stia difendendo qualcuno.

Il giallo su quanto avvenuto in piazza Imbriani si fa sempre più fitto.

La versione del mendicante

Il fatto

il ritrovamento

I numeri al Lotto