“Divieto di vendere per asporto e somministrare bevande di qualsiasi genere in contenitori di vetro o lattine e di detenere qualsiasi recipiente di vetro o lattina, dalle ore 08.00 del 24/12/2017 alle ore 08,00 del 25/12/2017 e dalle ore 08.00 del 31/12/2017 alle ore 08.00 del 01/01/2018. Per chi contravviene è prevista una sanzione”.

Ecco come recita l’ordinanza emessa dal Sindaco di Castellammare di Stabia Antonio Pannullo per evitare che la villa comunale stabiese si trasformasse in discarica in occasione dei tradizionali brindisi della Vigilia di Natale. Una scelta che non è stata adottata a Torre Annunziata, “consentendo” a quanti hanno brindato in via Gino Alfani, cuore della movida torrese, (non solo giovani, ma anche molte persone adulte) di lasciare sulla strada centinaia di bottiglie di vetro e lattine, oltre ovviamente a immondizia di ogni genere. Le immagini che vi riproponiamo qui e che sono all’ordine del giorno sui social, parlano da sole. Non c’è bisogno di alcun commento. Quello che, invece, va fatto adesso, secondo noi, è organizzarsi per tempo in vista della vigilia di Capodanno che, così come quella di Natale, capiterà di domenica, con un numero di persone in strada superiore a quello degli anni passati.

L’invito che lanciamo all’amministrazione guidata dal sindaco Ascione è chiaro: si emetta una ordinanza simile a quella del vicino comune stabiese, evitando quindi la vendita di bottiglie di vetro e lattine e, di concerto con la Primavera, si installino decine di contenitori per la raccolta dei rifiuti. Nessuno si illude che questo servirà a lasciare la strada completamente pulita (anche a Castellammare, nonostante l'ordinanza, c'erano centinaia di bicchieri di plastica in strada), ma almeno si limiterà fortemente la quantità di spazzatura, evitando che il nuovo anno cominci con le immagini uguali a quelle di ieri.

(foto da FB - Giovanni Kosta)