Abbiamo riscontrato delle anomalie nell’ambito delle politiche sociali ma in questi mesi nessuno ci ha dato ascolto. Porteremo un dossier in Procura, all’Anac, alla Corte dei Conti e al Prefetto di Napoli”. La denuncia è del consigliere comunale di Torre Annunziata Ciro Alfieri. Il consigliere comunale, unitamente ai colleghi di opposizione Pierpaolo Telese, Ermando Piccirillo, Maria Teresa De Martino, Davide Alfieri e Raffaele Izzo ha firmato un documento con giunto denunciando diverse anomalie riscontrate in alcune procedure di selezione effettuate nell’ambito delle politiche sociali.

LE ANOMALIE. Sarebbero tre le irregolarità che i consiglieri avrebbero riscontrato: il mancato rispetto del bando di gara e di gestione del servizio "Centro per le famiglie per l'Ambito N30", anomalie sul bando di concorso per la selezione di 16 risorse umane e delle irregolarità sulla gestione del servizio di segretariato sociale e attività di affiancamento al servizio sociale professionale.

IL PORTAVOCE. “Tra le 16 risorse umane assunte c’è la figlia di un dirigente comunale qui a Torre Annunziata, balzata secondo noi in cima alla lista pur non rispettando le procedure relative alla selezione – ha denunciato Alfieri -. Altre irregolarità le abbiamo riscontrate sul rispetto dei requisiti offerti dalle cooperative in sede di gara ma non garantiti nell’esecuzione del servizio. Infine, abbiamo accertato la presenza di elementi che hanno consentito alle stesse cooperative di prendere un vantaggio nell’aggiudicazione finale del bando pur non rendendo il servizio al comune”.

LA DENUNCIA. Vari i solleciti da parte dell’opposizione, ma nessuna risposta. “Abbiamo sollecitato il dirigente incaricato e il segretario generale – ha spiegato Alfieri – affinché provvedessero a rettificare questi atti in autotutela per l’amministrazione, ma a distanza di due mesi nessuno ha fatto nulla”.

vai al video