Più attenzione per disabili, donne in gravidanza genitori con bambini piccoli e abbonamenti. E’ quanto richiede l’associazione “La paranza delle Idee” sulle strisce blu a Torre Annunziata.

“Si cambi la delibera degli aumenti” ha spiegato il referente dell’associazione Claudio Bergamasco, in riferimento alla delibera di giunta con cui sono state individuate e aumentate le aree di sosta a pagamento, con relativo adeguamento delle tariffe orarie.

Ciò che va rivisto, è la disposizione dei nuovi stalli più altre mancanze relative a “donne in gravidanza e a genitori con bambini fino a tre anni di età, da predisporre nei pressi dei principali uffici aperti al pubblico, delle zone a maggiore intensità commerciale, delle stazioni ferroviarie e della villa comunale. Inoltre – continua Bergamasco – la facoltà per i disabili di parcheggiare gratuitamente all'interno delle strisce blu quando gli spazi di sosta a loro riservati sono già occupati e degli abbonamenti annuali a prezzi agevolati per coloro che, per motivi di lavoro, parcheggiano abitualmente in una determinata zona della Città”.

Nel frattempo però il pagamento delle strisce blu resta sospeso. “Non si tratta di una boccata di ossigeno per i cittadini, ma di un buco che peserà sui servizi erogati dal Comune, visto che l'incasso annuo delle strisce blu ammonta mediamente a circa €335mila euro”.