Cinquecento alunni a casa, che non sanno quando potrannno tornare a scuola, e i genitori che protestano davanti all'istituto. Forte la tensione, questa mattina, per il caso della scuola Alfieri e la situazione di caos relativa al versante sicurezza dell'edificio. "Vogliamo sapere cosa sta facendo il comune e in che tempi i nostri figli potranno rientrare in classe" urlano i papà e le mamme. Le richieste vanno nella direzione della chiarezza visto anche le immagini dello stabile in gravi condizioni dal punto di vista strutturale e anche igienico-sanitario. Prima la chiusura, poi la riapertura e da oggi un nuovo stop. Un caos in cui le famiglie chiedono di mettere ordine.  

Solo ieri mattina si sono recati sul posto anche i vigili del fuoco. Ispezionato il plesso di via Gambardella ora anche i pompieri dovranno esprimersi, mentre si attende la relazione dell'ufficio tecnico del Comune. Sul posto sono giunti anche gli agenti della Polizia Municipale, agli ordini del comandante Alberto Stinga.

A loro i funzionari dell’ufficio tecnico hanno spiegato che sono in corso i saggi sulla struttura che poi andranno a determinare il tipo di lavori che dovranno essere eseguiti. Nel frattempo la gara d’appalto per l’affidamento dei lavori è ancora in corso e ci vorranno almeno 45/60 giorni per il completamento della procedura. Nel frattempo le famiglie continueranno la loro protesta. 


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

vai alle foto

L'ordinanza

la nota dei genitori