Nel centro vaccinale Covid 19 di piazza Ernesto Cesaro c’è sconforto per gli ultimi dati relativi alle vaccinazioni anti Covid-19. Dal 4 aprile scorso, giorno in cui sono iniziate le somministrazioni della quarta dose di vaccino per le persone ultraottantenni e quelle appartenenti alle categorie di elevata fragilità, solo quattordici persone hanno risposto all’appello e hanno deciso di completare il ciclo vaccinale.

Spulciando i dati relativi proprio alle somministrazioni dei vaccini nel centro dell’ex ospedale oplontino, c’è ancora chi si reca per ricevere la prima dose, spinto soprattutto dalle sanzioni pecuniarie che sono arrivate nelle ultime settimane a chi non si è fatto trovare in regola lo scorso primo febbraio con le vaccinazioni. 
A trainare sono soprattutto le terze dosi, più di duecento, slittate di diverse settimane per l’esplosione di contagi che si è avuta lo scorso gennaio e che ha fatto rinviare la data dell’ultima dose.

“Le persone non ancora vaccinate sul territorio sono davvero tante – spiega la responsabile del Centro Vaccinale, Giuseppina Cardassi – nonostante siano moltissime le multe che stanno arrivando dall’Agenzia delle Entrate agli ultracinquantenni che non si sono messi in regola lo scorso febbraio con il green pass. È bene ricordare che questo ha validità fino al prossimo 15 giugno e non è detto che non venga prorogato a causa del vertiginoso aumento dei contagi a cui stiamo assistendo nelle ultime settimane – continua Cardassi-. La variante attualmente dominante fa meno paura perché accumunata a una semplice influenza, ma questo non toglie che può essere molto insidiosa e causare gravi complicanze”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"