Riscuoteva il pizzo per il clan Gionta. Ieri mattina gli agenti del Commissariato di P.S. Torre Annunziata hanno dato esecuzione ad ordinanza di custodia cautelare emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Napoli, su richiesta della Procura distrettuale di Napoli, nei confronti di Carlo Caglia Ferro, di anni 49 di Torre Annunziata.

Secondo quanto emerso dalle indagini, a suo carico ci sono gravi indizi di colpevolezza per tentata estorsione aggravata dal metodo camorristico. Il 49enne, in più occasioni nel 2020, ha avvicinato un imprenditore di Torre Annunziata zona a cui avrebbe chiesto il pagamento di una somma di danaro a nome del clan Gionta.