''L'inciviltà, la mancanza di rispetto per i beni comuni, per i luoghi sacri e l'assenza di regole sono fenomeni che stanno diventando sempre più presenti, soprattutto tra le nuove generazioni, e questo ci dà motivo di allarmarci. Che futuro potrà mai esserci per il nostro territorio se questi sono i 'valori' in cui credono i giovani?''. A chiederselo è Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale della Campania. Il rappresentante di Europa Verde si riferisce all'episodio verificatosi presso la chiesa della Santissima Trinità di Torre Annunziata dove alcuni sconosciuti hanno imbrattato i muri esterni della struttura.

L'episodio è stato denunciato da don Ciro Cozzolino, tra l'altro anche referente del presidio Libera. . ''Siamo sempre più convinti - prosegue Borrelli - che serve un programma serio di rieducazione che possa ripristinare i valori giusti, etici, morali, sociali e culturali, che coinvolga i ragazzi così come i loro genitori, che dovranno essere costantemente presenti nella vita dei loro figli e dovranno lavorare insieme ad insegnanti, assistenti sociali ed istituzioni. Così come bisogna proporre nuove strade, quelle giuste, occorre sbarrare l'accesso a quelle sbagliate e questo lo si può fare prevedendo punizioni esemplari per quei ragazzi che non rispettano le regole e danneggiano la comunità. Ci auguriamo vivamente che chi ha imbrattato i muri della chiesa si faccia avanti per chiedere scusa e rimediare''.

Il fatto