Il plesso di medicina nucleare del Cmo resta chiuso: rigettata la richiesta della famiglia Marulo. Dopo giorni di trepidante attesa è arrivato il verdetto da parte del Gup Manuela Cozzitorto sui presunti abusi edilizi all’interno del plesso di medicina nucleare del Cmo di Torre Annunziata.

Martedì 24 luglio la prima richiesta di otto rinvii a giudizio per i responsabili ma bocche cucite sul dissequestro della struttura richiesto dalla difesa della famiglia Marulo, curata dagli avvocati Orazio Abbamonte, Alfredo Sorge e Giuseppe De Luca.

Ora la decisione di respingere la richiesta di riapertura del plesso di medicina nucleare. Una decisione che è stata sollecitata più volte dalla proprietà della struttura polispecialistica, visto che mette in ballo centinaia di posti di lavoro. Proprio i dipendenti, martedì scorso si erano assiepati all’esterno del tribunale di Torre Annunziata per esprimere la loro vicinanza alla famiglia Marulo,  i quali attraverso una nota li hanno ringraziati per l’affetto dimostrato.

Quindi, saracinesche ancora chiuse: una scelta che rischia di influire sul destino dei dipendenti del Cmo.

chiusura cmo: le dichiarazioni di marulo

la decisione del Gup

cmo: chiesto il dissequestro

Cmo: striscioni davanti al tribunale