Approvata in giunta municipale l’acquisizione al patrimonio indisponibile del comune di Torre Annunziata di un bene confiscato alla criminalità organizzata.

Il bene in oggetto, un terreno di circa 3.333 mq. sito in Contrada Zappella è stato trasferito all’Ente oplontino dall’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata (ANBSC).

«Il terreno – spiega l’assessore ai Beni Confiscati, Lorenzo Diana, potrebbe essere destinato ad agricoltura e orticoltura sociale, con attività manuali che possono portare benefici sia in ambito educativo sia a persone che si trovano in condizioni di disagio socio-economico. Oppure, in alternativa, potrebbe essere trasformato in un polo per le attività sportive fruibile dall’intera cittadinanza.

Nelle prossime settimane – conclude Diana - attiveremo una manifestazione d’interesse e valuteremo le proposte che ci perverranno, per poi procedere, in seguito, all’assegnazione del bene confiscato».

vai alle foto