Consiglieri in fuga, l’assise viene rinviata “scientificamente” a domani. Il sindaco di Torre Annunziata Vincenzo Ascione ha deciso di blindare così il prossimo consiglio comunale. Dopo l’interruzione della volta scorsa con il rinvio della questione porto che ha fatto infuriare l’opposizione, ecco lo “stratagemma” per avere numeri più sicuri per svolgere i lavori.

Una seduta convocata per questa mattina, ma l’insufficiente numero di consiglieri ha fatto saltare la discussione di una serie di punti delicati. Non solo il porto che ha suscitato parecchie polemiche nei giorni scorsi, ma anche la stazione unica appaltante e la determinazione della tassa sui rifiuti del 2020.

Con il rinvio a giovedì 29 luglio, il numero legale passa a 8 persone, un numero che dovrebbe consentire al primo cittadino e la sua giunta di svolgere con una certa tranquillità i lavori in assise.