"Il nostro cielo è il mare". Recitava così il murales, disegnato dagli alunni del liceo "De Chirico" di Torre Annunziata, che si trovava all'esterno del palazzo di via Rampa Nunziante, crollato il 7 luglio 2017.

L'istituto, presieduto dal professor Felicio Izzo, aveva prodotto un'opera particolare e significativa allo stesso tempo. La struttura in compensato, però, è andata distrutta nel corso dell'ondata eccezionale di maltempo dello scorso 28 ottobre.

Da quel momento la parete risulta ancora spoglia. Un vuoto, che ancora non è stato colmato. "Siamo in attesa di delucidazioni da parte del comune - ha dichiarato il dirigente scolastico- Circa un mese fa ne ho discusso con l'assessore Luigi Ammendola, ma tutta quest'attesa non dipende da noi. Deve essere installato un fondo di intonaco per la decorazione, dopodiché avremo il materiale per poter operare. Poi bisognerà regolamentare il traffico per permettere ai nostri ragazzi di lavorare nel migliore dei modi. Il maltempo oramai sembra essere passato, noi siamo pronti a fare questo regalo per Torre Annunziata".