Puntiamo all’essenziale, l’essenziale è il cuore, perché nel cuore ci sia l’Amore”.

E’ il messaggio che un giovane amministratore di condominio di Torre Annunziata ha voluto dare ai condomini di alcuni palazzi in vista del Natale. In una città sempre più afflitta dall’emergenza sanitaria, dalla crisi e dall’assenza di luminarie che richiamano le feste di fine anno, ecco l’iniziativa di chi vuole comunque dare un messaggio di speranza in vista del nuovo anno.

“Il 2020 volge finalmente al termine – questa la lettera scritta dal giovane – e mi sembra opportuno riflettere insieme. L’anno trascorso ci ha messo di fronte a tante difficoltà superate solo grazie a un forte senso civico. Da parte mia ho provveduto a starvi vicini il più possibile e così farò anche in questo ulteriore periodo di prova e stress”.

Poi il pensiero ai festeggiamenti mancati: “Quest’anno celebreremo un Natale di sobrietà: rinunciare alle grandi riunioni di famiglia, alle tradizioni e alla celebrazione del proprio credo, non è certo cosa da poco – ha spiegato -. Perciò, per ritrovare un po’ della magica atmosfera propria di questo momento, ho provveduto a istallare nel condominio le tipiche luci natalizie, sperando che esse possano restituire un po’ di gioia in questo 2020 particolarmente buio. Perché anche Noi possiamo essere una luce per coloro che sono in difficoltà, compiendo un gesto di carità.

Ecco allora l’invito ai cittadini e condomini di Torre Annunziata: “Offriamo generosamente alla mensa dei poveri don Pietro Ottena una spesa solidale. La nostra donazione in generi alimentari potrà essere consegnata direttamente alla Parrocchia d.ell’Immacolata Concezione nei giorni dal 18 al 23 Dicembre”.