TORRE ANNUNZIATA. Detenuto agli arresti domiciliari, evade per tornare dal suo amico in carcere. É successo a Torre Annunziata dove ieri Amedeo Nazionale, 22enne con precedenti per furto, ricettazione e resistenza, è di nuovo finito in manette. Il giovane era stato scarcerato martedí scorso dai giudici del Riesame di Napoli. Una scarcerazione che non ha mai digerito.

Amedeo Nazionale, infatti, non voleva stare a casa, ma in cella, accanto al suo amico. Per questo motivo, il 22enne di Torre Annunziata le ha provate tutte pur di ritornare in carcere. Il piano gli é riuscito. Ieri sera é infatti evaso dalla propria abitazione di Corso Vittorio Emanuele. Arrestato dai carabinieri della Radiomobile oplontina, il ragazzo ora attende un processo per direttissima in tribunale e forse il tanto atteso ritorno in carcere, nel penitenziario di Poggioreale.

LA STORIA. Amedeo Nazionale, imparentato con la famosa cantante torrese Maria, già sul palco dell’Ariston di Sanremo in coppia con Nino D’Angelo con il brano ‘Jammo jà’, è quasi un ‘habituè’ in materia di evasione. La prima nel 2015, quando il 22enne, spedito agli arresti in casa, fu pescato dai carabinieri a Torre del Greco. Da lì, l’aggravamento della misura a carico. E per Amedeo Nazionale si spalancano le porte del carcere. Con esse, forse, pure quelle di una nuova vita. Il ragazzo fa amicizia in cella, non vuole più tornare a casa. Preferisce Poggioreale. Ma, ‘sfortunatamente’, i suoi avvocati propongono appello al tribunale del Riesame.

I giudici, martedì scorso, lo liberano. Amedeo oppone una strenua resistenza, ma il suo destino è ormai segnato. Dopo la scarcerazione, pare fosse stato studiato anche un ‘percorso obbligatorio’ ad hoc, pur di costringerlo al ritorno a Torre Annunziata ed alla solitudine della propria abitazione in Corso Vittorio Emanuele. Alla fine prevale il ‘buon senso’. Il 22enne torna a casa, ma ha già un piano. Passa all’azione in meno di 3 giorni: basta scendere di casa e farsi ‘beccare’ dalle forze dell’ordine. Detto, fatto. Amedeo Nazionale gira in strada e si lascia ammanettare. Contento. Lui, infatti, vuole a tutti i costi ritornare dal suo amico. Sarà il giudice, ora, a deciderne il destino.