“Nessun focolaio ai Salesiani”. Don Antonio Carbone ha voluto così tranquillizzare tutte le persone, preoccupate per le condizioni di salute sue delle varie persone che si trovano all’interno della struttura di via Margherita di Savoia a Torre Annunziata.

“Ho ricevuto la notizia della mia positività quattro giorni fa –ha affermato don Antonio- Non avendo avuto contatti diretti con i ragazzi della Casa Famiglia e del centro diurno l’Asl ha sottoposto a tampone sono noi parroci. Oltre me, per fortuna, solo un altro sacerdote è stato contagiato. Stiamo tutti bene, già in passato abbiamo vissuto altre situazioni del contingenti, subito isolate”.

Proseguono dunque le attività ai salesiani. “Non ci siamo mai fermati, anzi stiamo preparando la festa di don Bosco, sempre nel rispetto di tutte le norme di sicurezza. Tutto ciò è possibile solo grazie all’instancabile aiuto dei nostri volontari”.

A Torre Annunziata, attualmente, ci sono 447 persone positive al covid. A loro va il pensiero di don Antonio. “Ogni mattina mi sveglio pensando a loro, perché non tutti hanno la possibilità di avere persone che possono aiutarli”. Ha concluso.

Il contagio