"La rinascita di Torre Annunziata passa dalla legalità e dalla giustizia". E' questo il messaggio di Natale lanciato da don Ciro Cozzolino, referente del presidio Libera di Torre Annunziata.

"Circa un anno fa la nostra città di Torre Annunziata fu turbata da una serie di attentati. Nel mirino alcune attività commerciali. Avvertimmo con chiarezza che era necessario agire insieme. 

Il Natale può essere l'occasione per evidenziare che la ripresa di questa città passa attraverso il rispetto della legalità e della giustizia, uscendo dalla logica clientelare e partitocratica che fa guardare solo all'interesse di alcuni a scapito della comunità. In questi giorni di crisi la camorra cerca di fare affari sulle difficoltà e le sofferenze altrui. Ancora di più dobbiamo agire e sentire di poter contare sugli altri.

Ai commercianti che stanno vivendo un momento di difficoltà, insieme ad altre associazioni e parrocchie, portemo la nostra solidarietà. Il pericolo è che chi si trova in un momento di debolezza chieda aiuto a persone sbagliate, cedendo all'usura o piegandosi all'arroganza della camorra che chiede il pizzo. Oggi si può resistere! Ci si può ribellare. Sul biglietto augurale che sarà consegnato ai commercianti troverete dei numeri di telefono ai quali potrete rivolgervi per restituire dignità a chi è oppresso dall'arroganza dei clan".