TORRE ANNUNZIATA. Lui è sposato, conduce con sua moglie una vita lineare, tranquilla: il sabato al cinema, la domenica sera al massimo una pizza e poi dritto a letto, perché il giorno dopo si lavora. La coppia ha uno splendido bebè, è felice, ha una casa in centro e poche pretese. L’incantesimo d’un tratto si rompe. Il telefono di Marco (nome di fantasia) inizia a squillare di continuo: “ti ho sognato amore mio”. Anche stavolta. Dall’altra parte la voce di una donna, non è quella di sua moglie ma di F.C., 49enne di Torre Annunziata, che ora rischia un processo per stalking. Una vicenda triste, quasi paradossale, sulla quale sta cercando di far luce la pm della Procura della Repubblica oplontina, Mariangela Magariello, che ha chiuso le indagini sul presunto caso di “stalking al contrario”, ed è pronta a chiedere il rinvio a giudizio per la 49enne. Per l’accusa, infatti, i comportamenti di F.C. avrebbero prodotto nella giovane coppia di sposi un “grave stato di ansia e di paura”.

I FATTI. La stalker, secondo la pm, dal 2013 “millantava una relazione” con la presunta vittima. Un amore letteralmente inventato e che ha rischiato di far saltare un felice matrimonio: non solo “ripetute telefonate” al “suo” Marco, ma anche alla suocera dell’uomo. E poi lettere, diverse e dal sapore dell’ingiuria, spedite pure a casa della coppia. La moglie di Marco, come ricostruito dall’inchiesta, è stata persino costretta a cambiare lavoro, perché accusata da F.C. di essere l’amante del suo titolare. Lavorava presso uno studio medico, ha dovuto stravolgere le “proprie abitudini di vita” e cambiare il cellulare.

La presunta stalker avrebbe poi scoperto il nuovo luogo di lavoro della moglie di Marco, appostandosi persino con “parrucche” in strada per non farsi riconoscere. La situazione, ormai insostenibile, ha spinto l’uomo a denunciare tutto. Inizialmente, l’accusa aveva richiesto al giudice di archiviare il caso. L’avvocato della vittima, però, si oppose alla richiesta, ottenendo ulteriori indagini. Indagini che forse trascineranno a breve in tribunale la 49enne torrese per stalking.

foto repertorio