Dopo due anni di avanzamento a singhiozzo, tra aperture, chiusure, distanziamento e altre noie, finalmente riparte il MAGMA Teatro in via Vesuvio a Torre Annunziata. Sabato 6 novembre alle ore 21,00 e domenica 7 novembre alle ore 18,30 va in scena lo spettacolo “Gaetano Favola Anarchica” Non ho ucciso Umberto. Ho ucciso il Re. Ho ucciso un principio.

Lo spettacolo racconta la storia di Gaetano Bresci, l’anarchico regicida che il 29 luglio 1900 colpì a morte Umberto I, re d’Italia e ne racconta la vita attraverso la scelta di un linguaggio favolistico.

La vicenda infatti si intreccia con A toccare il naso del re, racconto breve di Gianni Rodari, ed è proprio attraverso la dimensione del gioco che Gaetano arriva a determinare la sua crescita umana e politica. Toccare i nasi dei grandi prima, e dei potenti dopo, diventa il piccolo atto rivoluzionario attraverso il quale Gaetano, ancora giovanissimo, sente di poter annullare ogni distinzione di classe, in quanto sfiorare la carne altrui sottolinea quanto le differenze tra gli uomini non hanno ragione di esistere. A poco a poco scopriamo che Gaetano è sì un rivoluzionario, ma atipico, e alla ricerca costante di un equilibrio che possa conciliare i dogmi politici con la sua straripante passionalità.