Lo strappo nel PD di Torre Annunziata arriva in consiglio comunale. Dopo la bagarre delle settimane scorse in occasione del congresso cittadino e provinciale, la tensione tra le due anime del partito si è manifestata alla prima occasione utile. Argomento della discussione è stata l’approvazione del Protocollo d’intesa tra il Comune e la RFI per lavori di riqualificazione delle aree antistanti la stazione di Torre Annunziata Centrale

Un tema sul quale oltre all’opposizione, ha alzato le barricate anche la consigliera Popolo che al congresso ha sostenuto la candidatura dell’attuale segretario Francesco Savarese. Sindaco, assessori e cinque consiglieri si sono autosospesi dal partito cittadino contro l’esito del congresso. “Non è possibile portare in consiglio comunale un atto senza che nessuna commissione lo discuta prima – è l’accusa della consigliera Popolo – Ho votato a favore della proposta del consigliere della minoranza Piccirillo (un rinvio del provvedimento, ndr) perché ritenevo necessario un confronto più approfondito sull’argomento. Io non contesto il merito della proposta, infatti nella votazione dell’atto mi sono astenuta: quello che contesto è il metodo adottato dall’amministrazione che non ha ritenuto, su un tema come quello degli interventi urbani, un confronto né interno alla maggioranza, né tanto meno con il partito”. 

Anche il segretario del PD di Torre Annunziata interviene sulla vicenda. “Il sindaco Ascione si deve abituare all’idea che da alcune settimane esiste di nuovo un PD nella nostra città. Non sono sorpreso: quello che è successo in consiglio è la naturale prosecuzione di un modo di fare che va avanti da tempo. In questi anni il partito non è esistito e questo ha fatto sì che l’amministrazione non sentisse l’esigenza di confrontarsi con nessuno. Oggi il PD rivendica un ruolo di proposta politica: riteniamo fondamentale il confronto e non possiamo accettare questi tentativi di delegittimazione di chi non riconosce il risultato di un congresso che si è svolto regolarmente”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

La replica di Ascione

Il consiglio infuocato