Si terrà domani in carcere a Poggioreale l’interrogatorio di Gaetano Maresca, 29 anni (nella foto), il pregiudicato figlio di Giuseppe “‘o saccar”, ras dei Gallo-Cavalieri ucciso nell’ultimo agguato di camorra andato a segno a Torre Annunziata: cinque i colpi di pistola esplosigli contro il 6 maggio 2014 all’angolo tra via Roma e traversa Siano. Maresca junior invece, arrestato ieri dai carabinieri dell’aliquota oplontina (agli ordini del capitano Andrea Rapone e del tenente Davide Acquaviva), difeso dagli avvocati Ciro Ottobre e Maria Formisano dovrà difendersi dinanzi al giudice dall’accusa di detenzione di droga ai fini di spaccio.

L’ARRESTO. Alcune intercettazioni dimostrerebbero che Maresca era tra i fornitori della marijuana, poi trasportata in autostrada dal Vesuvio fino a Vairano Scalo, in provincia di Caserta. Nel suo curriculum criminale, il 29enne vanta già una condanna per droga: nel 2006, Gaetano Maresca fu fermato in compagnia di un complice con 524 chili di cocaina e 1840 pasticche di ecstasy. Droga pronta a viaggiare stavolta da Torre Annunziata verso Pesaro. Il figlio di “’o saccar” ieri stava bevendo un caffè al bar della Circumvesuviana; per sfuggire alla cattura aveva preso una casa in affitto a Boscotrecase.

L’INCHIESTA. Il 17 marzo i carabinieri arrestano tre presunti pusher: Salvatore Esposito, 33 anni, Gennaro Troncato, di 29, e Crescenzo Gallo, di 45. I primi due residenti a Torre Annunziata, il terzo a Pompei. Tutti pregiudicati, finiti in manette dopo un folle inseguimento sulla statale 608. Corsa terminata all’altezza dell’uscita di Caianello. Una Ford Ka funge da apriprista, scortando in autostrada il corriere che guida una Fiat Idea: nell’abitacolo due involucri con dentro un chilo e 44 grammi di marijuana.

Esposito e Troncato viaggiano sulla Ford, si fermano fuori al casello Pompei-Scavi e contattano il corriere, Crescenzo Gallo. Dopo l’accordo la banda parte per il casertano, imboccando la statale. Le auto sospette sono bloccate, all’altezza di Caianello, dai carabinieri in borghese della compagnia di Torre Annunziata. A bordo della Fiat Idea, guidata da Gallo, i militari rinvengono oltre un chilo di droga. L’arresto ieri di Maresca junior, secondo gli inquirenti, avrebbe chiuso il cerchio.