Un nuovo scossone in giunta. A Torre Annunziata continua la maledizione dei rimpasti. E la scadenza per approvare il bilancio si avvicina sempre più.

Con l’uscita dell’assessore Nello Collaro si ingarbuglia ulteriormente la situazione del sindaco Vincenzo Ascione. Il primo cittadino è ormai alla continua ricerca di un assetto sufficiente per traghettare il consiglio comunale al prossimo bilancio (l’assise dovrebbe essere convocata per metà settembre) e alle elezioni della primavera 2022.

Ma ha bisogno di un sì al bilancio, specialmente dopo la diffida del Prefetto Marco Valentini per i comuni (tra questi anche Torre Annunziata) che non hanno approvato nei termini il bilancio di previsione e il rendiconto di gestione. Un sì che deve arrivare entro 20 giorni altrimenti si sancirà la fine anticipata del mandato di Ascione.

Il sindaco tuttavia ora potrà contare su altri due posti liberi in giunta. Gli torneranno utili per accontentare i consiglieri comunali e acquisire un altro voto utile per la sua permanenza in carica.

le dimissioni